Facciamo un test. Contatta 5 persone che conosci e ponigli la seguente domanda: “Ma il marketing cos’è?” Con buona probabilità, le risposte che riceverai saranno tutte diverse tra loro. Se leggi sui libri o cerchi in rete il termine marketing, troverai infatti definizioni e significati differenti. Ecco alcuni esempi: “Marketing operativo, marketing strategico, marketing 4.0, digital marketing, influencer marketing, automation marketing, mix marketing…” Sono tanti, vero? Leggi questo articolo per fare chiarezza una volta per tutte su cosa sia il marketing.

INDICE

 

  1. Marketing cos’è: definizione e obiettivi
    • Origine del termine Marketing
    • I due obiettivi principali del Marketing
    • Le potenzialità del marketing mix
  2. Marketing cos’è: conclusioni

MARKETING COS’È: DEFINIZIONE E OBIETTIVI

Una delle definizioni di marketing più utilizzate è quella fornita da Philip Kotler nella sua rinomata opera Marketing Management: “Il marketing consiste nell’individuazione e nel soddisfacimento dei bisogni umani e sociali Nella sua semplicità, mette in evidenza la capacità di individuare bisogni ancora insoddisfatti, rispondendo con un’offerta di valore (prodotto o servizio).

ORIGINE DEL TERMINE MARKETING

Se analizziamo le origini del termine, esso rappresenta la forma del gerundio inglese “atto di fare mercato”. Diamo a questo punto una definizione al termine mercato. Il mercato è il luogo in cui si incontrano le persone per scambiare merci con denaro (in generale si parla di scambi commerciali). Se in questo luogo si incontrano consumatori e venditori (quindi domanda e offerta) come avviene a tutti gli effetti, ecco che diventa molto importante il processo di comunicazione tra questi soggetti. Ed è proprio qui che entra in gioco il marketing come individuazione e soddisfacimento dei bisogni. L’obiettivo è quello di fare da ponte tra domanda e offerta. Quando ciò accade, il consumatore sarà disposto a pagare per soddisfare i propri bisogni. Nel concreto, fare marketing significa studiare l’approccio con cui si vuole entrare nel mercato.

I DUE OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MARKETING

Analizziamo un’altra definizione di marketing, data questa volta da Kevin Clancy, per comprendere quali sono i due obiettivi principali che esso vuole raggiungere: “Marketing è dare delle soluzioni ai bisogni attraverso prodotti o servizi in modo profittevole per l’azienda”. Il primo obiettivo che viene messo in risalto è dare una soluzione ai bisogni. Concetto che abbiamo visto anche prima con la definizione di Kotler. Bisogna quindi prima saper ascoltare, capire, intercettare i bisogni e successivamente offrire soluzione ideale attraverso i propri prodotti o servizi. Qui infatti rientra il concetto di “problem-solution fit”. Il secondo obiettivo è quello di farlo in modo profittevole per l’azienda. Le aziende esistono perché generano margine di profitto. Ciò significa sostanzialmente aumentare i ricavi e ridurre il più possibile i costi. Di seguito elenchiamo una serie di obiettivi secondari, correlati ai due precedentemente menzionati:

  • Far conoscere il prodotto o servizio
  • Costruire un’immagine positiva del brand
  • Identificare i potenziali clienti
  • Migliorare il canale di vendita
  • Fidelizzare i clienti
  • Innovare e posizionarsi nel mercato prima dei competitor

 

LE POTENZIALITà DEL MARKETING MIX

Originariamente, il concetto di marketing mix fu creato da Neil Borden nel 1950 ed includeva 12 elementi che influivano sulle decisioni dei consumatori. Successivamente c’è stata un’evoluzione del concetto grazie a E.Jerome McCarty che, 10 anni più tardi, semplificò il concetto, riducendolo a sole 4 variabili basilari. La semplificazione sopra citata ha portato alla nascita del modello 4P:

  • Prodotto
  • Prezzo
  • Piazza
  • Promozione o pubblicità

Il prodotto è ciò che l’impresa mette sul mercato al fine di soddisfare un determinato bisogno. Il prezzo è la somma di denaro con la quale l’impresa si aspetta che il prodotto venga pagato nello scambio col cliente. La piazza, più conosciuta come distribuzione, è la capacità di trovare dei canali per rendere il prodotto accessibile ai consumatori. Infine la promozione o pubblicità rappresenta la comunicazione necessaria per informare il consumatore degli aspetti del prodotto, le sue caratteristiche, i vantaggi e i bisogni che soddisfa. La funzione del marketing, secondo McCarthy, è dipesa da queste quattro variabili, parametri fondamentali per identificare il mix di vendita più efficace, cioè quello che garantisce il massimo impatto, profitto e beneficio. Prodotto, piazza, prezzo e promozione devono quindi formare un’insieme coerente e sensato per il consumatore. Le potenzialità di questo modello si basano sul fatto che, agendo sulle 4P, è possibile massimizzare il valore offerto al cliente, quello di chi vende, e/o quello di entrambi contemporaneamente.

MARKETING COS’È: CONCLUSIONi

Ricapitolando, il marketing consiste nell’individuazione e nel soddisfacimento dei bisogni umani e sociali. Ciò avviene attraverso ricerche di mercato, analisi e una solida comprensione dei desideri e delle necessità del consumatore finale. Il marketing riguarda tutti gli aspetti di un’azienda, compresi lo sviluppo del prodotto, i metodi di distribuzione, l’impostazione dei prezzi e la pubblicità. Probabilmente, dopo aver letto questo articolo, non confonderai più il termine marketing con le centinaia di definizioni, molte delle quali errate, ad esso connesse. Perciò quando contatti il gruppetto di 5 persone, chiedendogli: Ma il marketing cos’è?“, se non ti rispondono qualcosa del tipo intercettare e soddisfare i bisogni delle persone consigliagli loro di leggere questo articolo!